venerdì 19 novembre 2010

Ci sono mamme e mamme

Mamma si nasce o mamma si diventa?
Non voglio parlare di questo, è un argomento lungo e complicato, dico solo che secondo me mamma si diventa.
Perchè io ho imparato e sto ancora imparando sulla pelle delle mie figlie.
Perchè io prima delle Polpette avevo cambiato pochi pannolini.
Perchè io non avrei mai saputo mettere una suppostina. Non avrei mai preparato brodini vegetali e pappine varie, non avrei saputo cosa significasse fare un bagnetto e tante e tante altre cose che io oggi so grazie a loro. E anche sbagliando, ancora oggi sto imparando cose nuove.

Ma quello che mi frulla nella testa è :
cosa ci porta ad essere un tipo di mamma piuttosto che un altro?
(mi rendo conto che è venerdì e il mio cervello è quasi fuso)
Voglio dire cosa ci rende mamme serene o meno serene, mamme nervose o meno nervose, mamme pazienti o meno pazienti?
Dipende dal nostro carattere, o i figli che ci capitano (brutta espressione lo so, ma rende meglio il concetto), ci portano a cambiare anche in questo senso?
Io penso che dipenda un pò da entrambe le cose, ma soprattutto dal figlio che ne viene fuori.
Dunque, mi spiego.
Questa mattina, la mia amica An è venuta a trovarmi in negozio e ha lasciato con me il piccolo Angelo. Al suo ritorno, abbiamo chiacchierato pochi minuti e dalla nostra conversazione sono nate le mie riflessioni.
Perchè lei è la stessa di tre mesi fa, carica, sorridente, vestita bene (a parte le sopracciglia un pò pelosette)e il volto disteso. E non è solo apparenza, perchè lei stessa me lo ha confermato, dicendomi che il piccolo si sveglia una o due volte per la poppata notturna e che lei la mattina si sveglia alle dieci.
Volevo morire, giuro. Le ho detto che la vita è ingiusta, perchè a lei è capitato un figlio pacioccone, tranquillo e dormiglione e a me una gemella che ancora a distanza di 26 mesi mi da filo da torcere.
Questo fa sì che la mia tesi sia attendibile, perchè io sono esaurita, stanca, non dormo tanto, alle 5.30 sono già in piedi per colpa delle mie figlie (la Polpona in particolare) e lei (e giuro che non è l'unica e non mente....almeno a me) è tranquilla e rilassata, allatta serenamente il suo meraviglioso cucciolo.
Mi consolo pensando che io ho due gemelle e che se avessi avuto un solo figlio, forse sarei rilassata anche io, forse avrei il viso disteso e senza occhiaie, forse sarei potuta andare dall'estetista e dalla parrucchiera ogni sabato, forse.....forse.....forse....

7 commenti:

Chiara ha detto...

Se... se... forse... la vera verità è questa: E' SOLO QUESTIONE DI CULO! Parto, allattamento, sonno non sono categorie morali, cioè non funzionano bene perchè sei brava e viceversa non falliscono perchè sei cattiva. E' ovvio che devi cercare una routine familiare, delle regole (sto guardando S.o.s tata!) ma se un bimbo non vuole dormire non ci sono santi e non è colpa dei genitori.

mammalellella ha detto...

concordo con Chiara, nella vita ci vuole fortuna!

poi non è detto che tu non ce l'abbia... solo che devi "faticare" come me del resto (senti da che pulpito) e questo porta l'affaticamento

baciuzzi

franci ha detto...

questa tua meditazione mi fa riflettere e la mia riflessione mi porta alla risposta di chiara e mammalelella....è questione di fortuna o culo...come lo chiami lo chiami è lo stesso ...mi chiedo spesso se mi fosse nato un figlio singolo come sarebbe stato.....e nn so darmi risposta perchè se quel figlio sarebbe stato come Nicolo'.le giornate sarebbero state tesissime (è una calamita per i pericoli) ma le notti serene ...di contro se avessi avuto un figlio come Jacopo ...le giornate sarebbero state ottime (è un bambolotto) ...ma la notte....non si dorme!!!

quindi sarei la stessa mamma isterica di adesso!!! echepalle!!!

certo ci sarebbe l'opzione tre un mix del positivo dei due ...li si che avrei le sopraciglia depilate :D

franci ha detto...

...e con l'opzione numero tre nn avrei fatto casino con i congiuntivi!!

abbiate pietà di me ....

angy ha detto...

condivido gli altri commenti...anche io mi chiedo sempre perchè i figli degli altri sembrano tutti bimbi del mulino bianco..sono convinta ci voglia fortuna, ma a volte fa molto anche come ci vengono raccontate le cose. Ti faccio l'esempio di "una bimba mulino bianco": ho sempre detto alla sua mamma che era un angelo di bambina, che da come la dipingevano i genitori è sempre stata bravissima, educatissima, sempre dormito, sempre mangiato, ecc.. ma 1. è figlia singola e allora scopri che ha avuto tutte le attenzioni di questo mondo (per quanto ci impegniamo noi bimamme siamo sempre da dividere tra 2), è sempre stata addormentata in braccio (io ho abbandonato la pratica quando non riuscivo più a tenere i teppisti in braccio in contemporanea), la mamma passava tutto il suo tempo a giocare con lei (avendo la possibilità di delegare tutto il resto). 2. non è sempre oro quello che luccica, e che a volte capita anche a queste mamme di avere voglia di sfogarsi e allora dicono che sì "la bimba del mulino bianco" è brava ma l'altra mattina per andare all'asilo ha fatto una tragedia, l'altro giorno non ne voleva sapere di vestirsi, quell'altro ancora capricci su capricci..però è una brava bambina, eh! :-) Non siamo mamme perfette, ma facciamo sicuramente del nostro meglio e anche di più visto che di figli ne cresciamo 2 insieme, e magari lavoriamo pure e dobbiamo occuparci da sole della casa.

Anna ha detto...

Io di Cucciolo ne ho uno solo, è un bambino molto attivo fisicamente,sveglio, una calamita vivente per i pericoli, abitudinario e se non riconosciamo in tempo un sintomo di stanchezza o malessere iniziano capricci e pianti!!Per 15 lunghi mesi non ha mai dormito più di 3/4 ore di seguito, in più lo allattavo, mi alzavo (e mi alzo ancora) alle 5 per andare a lavoro, la casa da seguire, le faccende da fare, la spesa e nessuno che mi aiutasse (mia madre e mia sorella vivono a Roma e mia suocera lavora in negozio!) a parte mio marito, quindi credo che sia questione di c@@@o!!!C'è da dire che anche io sono un tipo che non sta mai fermo e quindi da qualcuno doveva pur ereditare questa sua grande energia!!

MammaTuttoFare ha detto...

secondo me è questione, oltre che di culo, anche di carattere della mamma. Per esempio mia cognata è sempre serena e pacifica perchè se ne frega di vivere in un cesso( leggi casa zozza), ha smesso di lavorare al 7 mese col primo mentre col secondo non ha mai lavorato, diverso se arrivi ad un parto quando hai lavorato fino al giorno prima, la serenità della mamma probabilmente la sentono anche i neonati, e poi, dipende anche dagli aiuti esterni che hai....un mix di cose, ...poi per le sopracciglie depilate, non so, forse averne uno aiuta!