domenica 16 maggio 2010

Pensieri contorti.

22.41
Ho pensato a lungo prima di scrivere questo post. L'ho scritto e riscritto nella mia mente, ma dato che al solo pensiero mi sentivo in colpa, ero indecisa se farlo o meno. In questo momento, credo che sia giusto scriverlo, perchè, in fondo sono una persona normale (almeno spero), una persona che pensa (a volte troppo) e spesso le passano per la mente cose brutte che mai avrebbe voluto pensare. E dato che il mio blog, è il mio diario segreto, il mio angolino, ho deciso che non è giusto autocensurarmi, non sarebbe terapeutico, perchè le mie confessioni, tutto sommato, fungono da psicoanalisi.
Sono quattro giorni che non va bene nulla, e tutto deriva dal non star bene delle Polpette. Io credo di non potercela fare, perchè quando loro non stanno bene, scatta in me un non so che, che mi rende nervosa, inadeguata, sbagliata nel ruolo di madre.
Sarà che sono quattro notti che non dormo, sarà che sentirle tossire mi toglie il respiro, sarà che vederle inappetenti mi sconforta, sarà che quando il termometro segna 39 gradi, sudo a freddo, sarà quel che sarà, ma ho desiderato di non essere più mamma. La mia mente ha vagato tanto, fino ad arrivare al desiderare di ritornare ragazza, spensierata e felice. E' proprio quella spensieratezza che mi manca da morire. Sono stufa. Stufa di svegliarmi la mattina e fare sempre e solo le solite cose. E prepara la colazione alle piccole, e cambia il pannolino e rifai i letti e spolvera, e passa l'aspirapolvere, e prepara il pranzo alle Polpette, e mettile a nanna, e prepara la cena a Paponzo, e lava i piatti, e risistema la cucina, e gioca con le bimbe, e raccogli i 3599 giochi sparsi per casa, e mi so rotta. Fortunatamente, in quest ultimo periodo, Paponzo mi sta aiutando molto, certo non mi fa le faccende, ma almeno gioca molto con le bambine, permettendomi almeno di sistemare la cucina senza le Polpette che si attaccano alle cosce. A tutto ciò, si aggiunga che: le pesti non dormono, piangono (soprattutto la Polpona) in continuazione, non mangiano nulla, tossiscono da paura, fanno tragedie ogni volta che mi tocca misurar loro la temperatura, diventano indiavolate quando vedono la confezione delle suppostine, sono nervose, perchè nonostante tutto, sono stanche di stare in casa, litigano più di prima.
Ed io? Io vorrei rinchiudermi in qualsiasi buco della casa e piangere. E quando non ce la faccio più, piango davanti a loro e mi sento male, perchè mi guardano e capiscono. E poi invidio chi è libero, chi passeggia per strada col fidanzato, chi non ha problemi, chi va a Messa la domenica con il vestito bello e nuovo, ma la cosa più brutta che ho pensato è stato l'invidiare chi non ha figli. Si l'ho pensato e mi sono pentita un secondo dopo. Perchè non lo penso davvero, amo le mie figlie più di ogni altra cosa al mondo, ma in certi momenti, penso di non essere all'altezza, di non essere una buona mamma. Lo so che domani, quando loro ritorneranno in forma, mi sentirò la mamma più brava del mondo, però, purtroppo, adesso è così, ed io non ci posso fare nulla se come dice Paponzo, penso, penso davvero tanto da farmi le pippe mentali.

p.s. la Polpona ha messo il suo primo premolare (è strana anche in questo, ha solo quattro incisivi e mi caccia i premolari. ma è normale???)

9 commenti:

mammalellella ha detto...

tesoro, coraggio!!!!
anche il Piccolo Principe è 20 giorni che sta male e non dorme, non mangia, è noioso, nervoso e io idem sono così esasperata che scatto per un nunulla. Bisogna aver pazienza, perchè tutto passa ma tu cerca di ritagliarti un momento tutto per te, degli spazi solo tuoi...
io sono convinta che la stanchezza e lo stress siano cattivi compagni, ma una cosa di buono c'è, hai tirato fuori un disagio, DEVI avere degli spazi tuoi, vedrai che quando li avrai starai meglio e se tu stai meglio, anche loro lo saranno.
io almeno ho fatto così ;)
ps. scusa la lunghezza
'notte

EricaML ha detto...

secondo me come dice Trilly (Giulia) è colpa della nube...
Si si è colpa sua

pollywantsacracker ha detto...

tieni duro!
guardale quando dormono, ti ritorna l'amore ;)
tranquilla, anch'io certe volte le rispedirei al mittente!

Nina - graficapura ha detto...

mi sento solo di dirti che condivido a pieno ogni tuo singolo pensiero.
La spensieratezza, la libertà.. che dolci ricordi e che voglia, tanta, di essere di nuovo libera.
ti capisco e non ti ritengo una cattiva mamma.
Credo che, per chi come noi, fa la mamma sempre, sia normale arrivare ad un punto in cui il dovere prende anche lo spazio del piacere. A volte ci vorrebbe una pausa, un aiuto, anche solo per non sentire che tutto pesa sulle tue spalle.
Tieni duro, le tue piccole staranno meglio e con loro anche tu.
Forza! :)

lady ha detto...

Dai che è solo un periodo. Purtroppo, e lo dico sottovoce, è capitato anche a me di fare qualche bruttissimo pensiero, e capita quando sei stanca, quando non ne puoi più, ma passa tesoro. Tranquilla.

Anna ha detto...

Cara già con uno è una fatica, non posso immaginare con due quanta energia ci voglia!!Ci sono giorni che anche io mi rintanerei sotto le coperte per uscirne solo dopo 8 ore di sonno ma è pura utopia!!
Come dice mammalellela però è necesario che tu ti prenda dei momenti solo tuoi per ricaricare le batterie!!Parlane con tuo marito e decidete un giorno in cui tu per qualche ora possa stare da sola senza le polpettine!!

franci ha detto...

Erica lo sai ...non sei sola :-) e te lo dico con il sorriso perchè (e questo lo sai anche tu) domani è un'altro giorno e tutto sarà diverso .... son sicura che già adesso con il sole da ben due giorni va meglio ....
sentirsi inadeguate davanti ai bimbi ammalati è normale e umanissimo ... un abbraccio virtuale e un bacino alle polpette ...per i denti che dirti .....tutto è normale e nulla è normalità ;)

franci ha detto...

Erica ...rieccomi ...ero al parco con i monelli e ripensavo al tuo post...e pensa che ti ripensa ho capito cosa c'era che non mi andava giu'...e poi ho avuto una illuminazione :-) .... paponzo ti guarda le polpette e tu riordini la cucina ..... bè è quello che faccio anche io ...ma quando devo staccare papamassi guarda le bambine e io chiudo tutte le porte possibili per nn sentire, accendo la radio, mi infilo sotto la doccia ....e ne esco un po' meglio ...certo poi cè da riordinare la cucina, risistemare i monelli, fare la cena ...ma vuoi mettere? io ho fatto una doccia in pace .....;)

Ele, ha detto...

@tutte: grazie per i consigli, ora va molto meglio, le piccole si stanno riprendendo e un pò di sole si intravede.
Lo so,dovrei trovare degli spazi solo mei, ma non è facile con due gemelle. Ciò accade solo se qualche anima pia, porta le piccole a spasso ed io sinceramente in quei momenti, cerco di fare faccende che non riesco a fare in loro presenza. Sbaglio, perchè è allora che devo approfittare.
Comunque grazie di cuore a tutte, so di non essere sola.
@franci:ma Erica chi è? Il mio nome è Ele (Eleonora) :-D