sabato 16 ottobre 2010

L' evoluzione del matrimonio.

PREMESSA 1:
Sono incazzata nera, non sono triste anzi me ne sbatto altamente.
PREMESSA 2:
In questo post saranno presenti vocaboli un pò coloriti , chiedo scusa in anticipo, ma se li ometto, non rendo l'idea.

Tutto comincia da qui:
PRIMO ANNO: CUORE A CUORE;
SECONDO ANNO: CULO A CULO;
TERZO ANNO UN: CALCIO IN CULO.
Ecco, appunto, io poco più di un mese fa ho festeggiato il mio terzo anno di matrimonio; quindi io sarei nella fase CALCIO IN CULO,.....appunto, io glielo darei volentieri un calcio a Paponzo.
Che succede? Niente di che, nessun litigio particolare, solo che un minimo di riconoscenza da parte sua mi farebbe piacere. Io non sono la sua serva, la schiava che gli prepara da mangiare, gli fa trovare la casa bella e pulita (lui dice che sono fissata) e i panni profumati.
Io sono stufa.
Sono stufa di fare il soprammobile, stufa di rinunciare a tutti i miei hobbies, stufa di uscire quasi sempre sola.
Essì, perchè lui lavora (perchè io no?), poverino, è stanco, si sveglia alle 5 del mattino, sta fuori casa dodici ore al giorno, ed è giusto che la sera non più tardi delle 21 crolli sul divano. Ed io? Non sono mica di ferro. Anche io lavoro (ok non 12 ore), mi dedico alle Polpette (24 ore su 24), alla casa, alla cucina. E sono comunque una donna che ha voglia di uscire, di fare un minimo di vita sociale. E se c'è un compleanno, io ci vado sola (povero è stanco), e se c'è l'anniversario della cugina io ci vado sola (povero è stanco) e se c'è una festicciola io ci vado sola (povero è stanco), ovviamente portando con me le Polpette.
Da circa due mesi è nata la figlia di mio cugino, che vive a 100 km dal mio paese. Non siamo ancora andati a fargli visita. Che vergogna!
Io: Amò, domani andiamo a Potenza da F. a vedere la bimba?
Lui: No, se vuoi vacci pure.
Eccerto, sempre sola, sembro la vedova allegra. No che non ci vado, io mi vergogno, a volte ho dovuto inventarmi imprevisti lavorativi per giustificare la sua assenza.
Lo ribadisco : sono S.T.U.F.A.

Vogliamo parlare del suo aiuto in casa? Oh Dio ci vorrebbe un altro post.
IO: Amò, si è rotta la tapparella, non si alza pèiù, dai un'occhiata.
LUI: vabbè, non fa niente, tanto arriva l'inverno, non serve più tenerla alzata.
Ma ci rendiamo conto?
Ho dovuto aspettare più di un anno, per poter appendere un quadro, perchè lui non aveva tempo (o voglia?) di prendere trapano e chiodi, e poi alla fine lo ha fatto mio padre.
IO: amò perde il rubinetto del bagno piccolo.
LUI: e allora chiama l'idraulico.
Echecazzo ci vuole? Ti pesa troppo dare un'occhiata, magari è una scicchezza. No, lui è pigro. Ma non è pigro di natura, ma solo per ciò che non gli interessa.
E' libero solo sabato e domenica e lui che fa? Se ne va a caccia, mavaffanculo a te e al tuo maledetto hobby, che tra l'altro detesto.
Niente, inutile discutere, ho davanti un muro, lo prenderei a botte altro che calci nel culo.
Che fare? Inutile dire che devo solo rassegnarmi, è sempre stato così, l'ho scelto, l'ho sposato e ora mi arrangio.
E pensare che il primo anno di matrimonio era un pò diverso, non dico CUORE A CUORE (non è proprio il tipo), ma un pò di romanticismo c'era.
Anche il secondo, non era poi male, nei primi mesi di mammità, era molto presente, ha fatto cose che mai avrei immaginato, tipo stendere i panni, passare l'aspirapolvere, ma ora sta toccando il fondo. Per coglionarmi mi dice che sono una supermamma, ma poi ride sotto i baffi. Non c'è soluzione, ma una cosa mi preoccupa seriamente: nonostante il suo menefreghismo, le mie incazzature, io sono ancora convinta di voler invecchiare con lui.
Che dite sono pazza?????

11 commenti:

JuleZ ha detto...

Certo non è sempre semplice un matrimonio!
Ogni tanto questi uomini ci fanno proprio penare, lo penso io che non sono mamma! Non immagino neanche quanta fatica debba fare tu!
Ti faccio un grosso in bocca al lupo perchè lui capisca e ti dia una mano!
Vai che ce la fai!

Chiara ha detto...

Ne deduco che lui non legge il tuo blog!
Soluzioni:
- una sera fagli trovare un tuo amico superfico che ti ripara la tapparella a torso nudo
- vai a trovare tuo cugino DA SOLA e trattieniti qualche giorno (ma basta anche uno!)
- il buon vecchio sciopero del talamo??
Comunque sì, sei pazza! Innamorata pazza! E lo è anche lui sono certa, solo che ha bisogno di ricordarselo... come tutti quegli stronzetti smemorati che ci girano per casa... Passa alle maniere forti!!
Auguri

Ilaria ha detto...

Non potresti fare lo sciopero della casalinga? Niente pulizie di casa (se non il minimo per te e le bimbe), niente pranzetti, gli lasci le Polpette ecc. Così capirà il valore del tuo lavoro. E poi ne parlate insieme a cuore aperto :-)

Francesca ha detto...

Molte volte i nostri mariti si abituano al fatto che noi noi siamo super donne e quindi per loro i problemi non esistono! io ogni tanto sbotto così per ricordargli di tornare sulla buona strada!!!:-)
baci baci

Arianna ha detto...

Brava! arrabbiati giustamente io sono dalla tua parte!!! lo sportello della mia doccia ci casca addosso una doccia si e l'altra pure da anni!!ma com'è che sono così sti uomini. Se posso permettermi cerca di riprenderli i tuoi spazi, anche se consistono in un ora alla settimana. baci

mammalellella ha detto...

non sei pazza, ma innamorata e stanca!

soluzioni possibili?
per una sera niente cena, sei andata fuori con le amiche e gli lasci pure le Polpette... oppure inviti tutti a casa tua.

insomma smuoviamoli questi mariti!

lollamamma ha detto...

Sì, sei pazza....ma no dai scherzo...io appoggio i consigli di Chiara.
baci, forza e coraggio!
Pensa che il mio per lavoro va via la mattina alle 6.00 e trona (tre volte la settimana) alle 9.30 la sera...
Quindi, più o meno siamo sulla stessa barca...
Ti abbraccio!

Anna ha detto...

Ciao Ele, io credo che il matrimonio e la famiglia siano come una squadra, in cui ci si aiuta, dividendo le fatiche e le gioie, in cui ci si ripartano i doveri equamente!Non so perchè questo tuo post mi ha rattristata...io sono fortunata perchè mio marito mi aiuta in tutto, è il primo ad apparecchiare e sparecchiare, non si vergogna a stendere i panni o a passare l' aspirapolvere, si alza alle 5 prima di me per farmi la colazione...mio suocero è così anche lui!!E questo la dice lunga su quanta importanza giochi la famiglia nell'insegnare a figli che non esistono cose da maschi e altre da femmine.Mia suocera avendo sempre lavorato tantissimo ha fatto si che figli e marito, 3 maschi, l'aiutassero in casa e che sapessero fare quasi tutto è lei che devo ringraziare se mio marito è anticonformista!!Non avrei mai potuto sopportare al mio fianco un uomo da servire come una schiava, sfamare e soddisfare solamente...tuo marito somiglia, in quello che descrivi tu, molto a mio padre, ecco perchè l'uomo che amo e che ho sposato è l'esatto contrario.
Tutte ti dicono che sei pazza, io ti dico "si sei pazza perchè sai che lui non cambierà!

bunny ha detto...

Io credo che non si debba passare sopra a certe cose! Ma chi l'ha detto che la donna deve per forza far tutto (e di più) e l'uomo no? Sei pazza, si, sei pazza se non gli parli a cuore aperto, così come hai fatto qui, e gli fai capire come ti senti...magari funziona!

B.

Twins(bi)mamma ha detto...

la donna ha sempre bisogno di recuperare i suoi spazi dopo la stanchezza di crescere - anche la gioia naturalmente - i figli...mio marito mi aiuta tanto ma a volte sono stanca anche io.... dai magari se insisti magari lo convinci a portarti dalla nuova nata...

MammaTuttoFare ha detto...

più che pazza direi innamorata...però una strigliatina a questo marito, un po' pigro, non ci starebbe male.....