martedì 19 ottobre 2010

Che ingiustizia

Oggi è una di quelle giornate no, purtroppo quella famosa comunicazione da parte dell'INPS è arrivata e il responso è sconcertante. Non ho nenache voglia di parlarne, sono amareggiata, dispiaciuta e forse in fondo mi sento anche in colpa (so di non averne). Ma se ci fossi stata io, forse non sarebbe successo, se mi fossi impegnata o meglio organizzata con le Polpette avrei potuto riprendere in mano la situazione, evitando di far succedere quello che poi è successo.
E ora come faremo?
Mi dispiace tanto per mio padre, che pur essendo fuori teoricamente, c'è dentro con tutte le scarpe.
Mi dispiace per mia madre, che sta male e non ha neanche pranzato.
Una soluzione la troveremo, però lasciatemelo dire, viviamo in un paese di merda, quasi mi vergogno di essere italiana. Ci sono i ricconi che non pagano le tasse e hanno milioni e milioni di euro, macchine lussuose, ville, barche e nessuno li tocca.
Poi c'è il piccolo commerciante, che paga di tutto se non di più, che lavora da cinquantanni come un somaro, per garantire un futuro migliore ai figli, che fa tanti e tanti sacrifici per la sua famiglia, e alla fine che succede? Succede che per una cazzata o per l'invidia della gente gli fanno una multa salata, ma tanto salata da doversi vendere qualcosa pur di riuscire a pagarla. Che tristezza, che brutto periodo per la mia famiglia, mi auguro di cuore di ruiscire a superare anche questo grosso ostacolo, sono sicura che ce la faremo.
Ma non posso evitare di vergognarmi di essere italiana, perchè mi chiedo che fine faranno quei soldi, nella tasca di quale grosso politico finiranno?
Una cosa è certa: viviamo in un paese ingiusto!

p.s. so bene che è un post incomprensibile per molte, io so di cosa sto parlando e spiagare tutto sarebbe lungo e complicato, ma avevo bisogno di scrivere.

7 commenti:

viaggiareconibambini ha detto...

mi dispiace tantissimo in effetti spesso io e mio marito parliamo d'andarcene un giorno,non ci piace più vivere qui ci chiediamo quali prospettive di futuro abbia il bambino ..insomma hai tutta la mia solidarietà,un saluto Chiara

arianna ha detto...

Sonon molto dispiaciuta per la multa che hai ricevuto, forse vi aspettavate una sanzione meno salata. Dirò una cosa sciocca che di sicuro non solleverà il tuo umore e quello della tua famiglia ma a casa mia (che di tasse e more ne sappiamo!) si dice sempre che finchè c'è da pagare ci sarà la salute per farlo. ti vorrei sostenere!

kriegio ha detto...

Un abbraccio! Cerca di stare su, per sostenere un pochino i tuoi genitori, che ne hanno bisogno.
Mi spiace ...

MammaTuttoFare ha detto...

è l'amarezza tipica di chi sa di aver fatto tutto in regola e viene ancora bastonato!
un'anno fa, la ditta dove lavoro, ha preso MILLECINQUECENTO euro di multa, perchè mancavano i documenti in cantiere, non perchè non era in regola con corsi o attestati vari...mancavano i documenti.....testa alta e si continua, forza! l'unione fa la forza!

lollamamma ha detto...

Ho seguito la storia, qualche post fa. Sì, il nostro è un paese del c@@@@ sotto questo punto di vista, pineo di contraddizioni e di poca chiarezza.
Ti abbraccio.

EricaML ha detto...

eh... ho capito di cosa stai parlando.... perfettamente.
un'abbraccio

mammalellella ha detto...

forse mi sono persa qualche post... cmq mi spiace molto per voi.

un abbraccio