lunedì 22 febbraio 2010

18 MESI


22 FEBBRAIO 2010



Mia piccole Polpette,
oggi compite 18 mesi e a me non sembra vero che sia passato già tanto tempo.
Mi sembra ieri, quando piccole piccole siete venute fuori dal mio enorme pancione.
Mi riempite le giornate, per voi non ho ancora ripreso il lavoro, mi sto annullando come donna, ma non mi importa, quello che conta è che stiate bene, che cresciate serene e che non vi manchi mai nulla.
Ormai i progressi che fate sono notevoli, seppure in modo diverso, mi stupite ogni giorno di più.

Tu Polpona sei la figlia che tutti vorrebbero (anche se rompi un pò la notte),perchè ti piace startene sola, durante il giorno te ne stai buona buona con i tuoi giochini, con i tuoi adorati libri. Parli tanto, praticamente ripeti tutto quello che senti, anche ciò che non dovresti (se io dico uffa, tu continui dicendo che palle), fai tiè con il braccino solo perchè lo hai visto fare a zia D., sai contare fino a cinque, sai le vocali, apprendi in un batter d'occhio, mi racconti la favola di Cappuccetto Rosso, sai cantare la ninna nanna "Coscine di pollo" (con la o chiusa). Adori le pubblicità, quando poi c'è quella di boing, io dico che vai in stand by, è come se qualcuno ti ipnotizzasse. Sei testarda come tua madre e cammini come nonno Erre. Ti piace ballare e ascoltare musica, quando incontri uno sconosciuto corri da me e ti nascondi, ma ti basta poco per prendere confidenza e fare lo show. Per ora hai solo quattro dentini, ma stai tranquilla, usciranno anche gli altri. Ti piace mangiare, adori la carne e il pesce, l'insalata e la frutta fresca. Sei una bambina adorabile e mi fai esaurire quando è l'ora della nanna. Sembra che tu non abbia mai sonno, e ti chiedo scusa se a volte perdo la pazienza.

Tu Polpina, sei l'esatto contrario di tua sorella, non solo fisicamente. Sei un terremoto, non stai ferma un attimo. Nonna Erre dice che saresti dovuta nascere maschio perchè fai cose da "maschiaccio". Ti piace distruggere tutto ciò che ti capita tra le mani. Sei dispettosa e la vuoi sempre vinta. Diciamo pure che sei una monellaccia, ecco perchè ti metto spesso in castigo. Ti piace così tanto tirare i capelli ricci di tua sorella. Vuoi essere sempre al centro dell'attenzione e se qualcuno ti ignora ne combini una delle tue per attirare l'attenzione. Ti arrampichi ovunque, guai a lasciarti sola un attimo.
Hai però il grande pregio di essere una dormigliona, dopo quattro ore di movimento continuo crolli e ti addormenti sola soletta nel tuo lettino. La notte poi raramente ti svegli e ti fai 12 ore di fila. Parli tanto ma a modo tuo. La tua parola preferita e' cacca. La utilizzi per dire scarpe, ciao, per chiamare tua sorella, per chiamare zia F. per indicare qualcosa che trovi per terra. Però dici bene mamma, papà, zia, nonno, nonna, acqua (vabbè dici quacqua), pappa, oggi hai anche detto ceci quando hai visto che li stavo cucinando.

Piccole mie, non basterebbe un post per dirvi quello che fate o quanto mi riempite il cuore. Quando giochiamo insieme, penso che noi tre siamo una squadra e a volte mi domando se riuscite a percepire quanto vi amo. Ve lo dico sempre e tu Polpina mi rispondi dicendo tiam, mentre tu Polpona mi dici ti voglio bene.
Non so che mamma sono, o che mamma sarò in futuro, ma so per certo che ce la sto mettendo tutta. A volte sbaglierò sicuramente, ma purtroppo è sbagliando che si impara ed io sto imparando sbagliando forse sulla vostra pelle.
Concludo dicendovi che io vi ho dato la vita, ma è grazie a voi che io sto capendo il vero significato della parole vivere.

Vi amo immensamente piccole mie, siete la mia vita
la vostra mamma imperfetta.

3 commenti:

bismama 2.0 ha detto...

Auguriiii

mammalellella ha detto...

Auguriiii! i 18 mesi sono un giro di boa...

MammaTuttoFare ha detto...

che belle le tue parole!
noto con piacere che anche a casa tua la parola CACCA viene usata per tutto, anche Ometto lo fa e a più di 2 anni ha imparato adesso a chiamare sua sorella con il suo vero nome! Sai da grandi quanto sdi prenderanno in giro"io ti chiamavo cacca, ah ah ah!"