martedì 15 febbraio 2011

Virus e incomprensioni matrimoniali.

Ci messo un bel pò a decidere il titolo di questo post, un pò perchè avrei diversi argomenti, un pò perchè non saprei a quale dare più importanza.
Cominciamo con quello meno preoccupante.
- Io e paponzo non ci capiamo: questo è chiaro! Mi chiedo se sono io, se è colpa sua o di entrambi.
Ci sono periodi in cui lui ce l'ha con me ed io non so il perchè. Se gli chiedo chiarimenti mi risponde male, dice che io vedo cose inesistenti. E non mi spiego i suoi silenzi, la sua indifferenza e verso litri e litri di lacrime chiedendomi dove ho sbagliato o cosa ho detto di male da provoargli una tale reazione. Il nostro grave problema è la mancanza di litigi. Ci chiudiamo a riccio (io un tempo litigavo da sola, ora ho smesso), si parla poco, si mangia insieme, si dorme nello stesso letto (tranne quando lui si addormenta sul divano). E si va avanti per un pò di giorni, fino a quando lui mi cerca (maschio è!) ed io, in base al modo in cui lo fa, mi rannicchio tra le sue braccia e piango, dando libero sfogo alle emozioni represse fino a quelo momento. Dopo vent anni ancora non lo capisco, sarò normale?

- Mi mancava infilare supposte ed ecco pronto su un piatto d'argento un virus intestinale che ha colpito Polpina.
Avantieri pomeriggio, mentre faceva il suo riposino pomeridiano, ha iniziato a tossire, lo faceva in modo spaventoso, tanto da procurarsi dei conati di vomito, sostanza che poi è finita sul pavimento della mia camera da letto. E' stato il primo vomito della sua vita. Povera cucciola, non si rendeva conto di cosa le stesse succedendo. Stranamente, si è svegliata alle due notte, l'ho portata nel lettone e alle quattro e mezza si è risvegliata, chiedendomi del latte, era caldissima, la temperatura era salita a 38.7 gradi. E' stata un'impresa metterle il termometro sotto l'ascella e ancor di più infilarle la supposta. La cosa strana è che non ha tosse o raffreddore, ma solo mal di pancia e inappetenza.

-L'unica cosa positiva di tutto ciò (e arriviamo al terzo punto) è che la Polpona è andata al nido senza la sorella.
Appena si è svegliata, mi ha raggiunto sul divano (io dormivo lì con sua sorella dalle cinque), mi ha detto: "mamma svegliti, io mi sono alzata, devo vettire e andare asilo io". Io le ho spiegato che Polpina aveva la febbre e che lei sarebbe andata ugualmente all'asilo senza la sorella. Ha accettato senza fare storie e quando siamo arrivate, già dalle scale diceva :"suor Gianzi, io sono Marica, nossono Rossella, Rossella è a casa, è malata, ha a febble".
Ho detto alle suore di chiamarmi qualora la Polpona avesse avuto crisi di pianto o cercato la sorella. Ed invece è andata bene. E' tornata a casa felicissima, Dicendomi di aver mangiato tutto, patta e puciutto, mangiato tutto tutto. Solo che, una volta a casa, ha manifestato il suo disagio mettendomi disordine ovunque, lanciando cuscini e pupazzi per terra. Il messaggio era chiaro: mamma ci sono anche io, non ho la febbre ma sono piccola e ho bisogno di qualche coccola . Oggi, ho deciso di tenerla a casa, sento che il virus sta colpendo pure lei.

Non posso che augurarmi che tutto ciò passi in fretta, perchè lo ammetto SONO PSICOLOGICAMENTE STRESSATA!

4 commenti:

Twins(bi)mamma ha detto...

per l'influenza mi spiace..ci sono passata con tutta la famiglia...fai attenzione agli strascichi del catarro..dura parecchio (areosol e soprepin supposte x sciogliere catarro)... per il menage familiare è normale..le polpette ti prendono tutto il tempo...succede pure a me e i piccoli sono + grandicelli...insomma a volte bisogna fermarsi a riflettere e capire che esiste anche un marito..che ci ama..ci comprende ma insomma esiste pure lui...un abbraccio di comprensione menage familiare gemellare ;)

lady ha detto...

Per leincomprensioni matrimoniali non posso consigliarti nulla, solo la pazienza, anche noi facciamo così. Per le bimbe tante coccole a casa al calduccio con la mamma! un bacio

angy ha detto...

Che sconforto quando non si riesce neppure a confrontarsi con il marito...ne so qualcosa...ma noi se non arriviamo alla "sfuriata" continuiamo ad accumulare tutto dentro, e poi magari il vaso trabocca per una scemenza...consigli non ne ho...forse solo cercare di ridere di più insieme nel poco tempo che avanza. Un abbraccio

lollamamma ha detto...

io spero che questa influenza ci risparmi, anche perchè siamo reduci da una settimana di fuoco circa un mese fa. MI dispiace per le incomprensioni con tuo martio, a volte - come hai appena scritto tu nel commento al mio ultimo post - vorremmo solo fare di più per tutti e nessuno pensa a noi! Ti abbraccio!