martedì 20 luglio 2010

Cos'è l'amore????

Il mio più grande difetto (o forse pregio?) è quello di pensare troppo e di interrogarmi tanto.
Capita a volte di fermarmi a pensare, a far scorrere la mia mente come un fiume in piena, a non riuscire a fermare i miei pensieri che saltellano da una parte all'altra.
La domanda che mi sto ponendo ultimamente è "ma in fondo l'amore cos'è?". Mi riferisco all'amore coniugale e mi chiedo in particolare che cosa mi ha fatto innamore di Paponzo. Me lo chiedo perchè sono due giorni che ci parliamo a stento. E' successa una cavolata e lui mi tiene il muso ancora, ed io sinceramente a distanza di 17 anni ancora non lo capisco.
Noi due siamo molto diversi, anzi siamo l'opposto, ma come si dice, gli opposti si attraggono e sarà pure vero, altrimenti non lo avrei sopportato per 14 anni di fidanzamento e non lo avrei neanche sposato 3 anni fa.
Detto ciò, non so che senso possa avere questo mio post, è più uno sfogo, ma davvero non capisco perchè amo una persona così tanto( e la amo per davvero), da sentire ancora oggi le farfalle nello stomaco, da essere attratta da lui in maniera indescrivibile, da vivere l'intimità come la prima volta.
Eppure ci sono 1000 cose di lui che odio, comportamenti che io non assumerei mai, cose che io non direi e neanche penserei minimamente. E invece lui si.
Fondamentalmente, il problema nasce, perchè io sono troppo buona, troppo altruista, troppo sensibile, ci rimango male per giorni, se qualcuno mi dice anche solo una parola che mi ferisce. Ecco, lui è l'opposto. E' una brava persona, è un ottimo padre, ma l'altruismo ad esempio non sa proprio dove abiti. E noi litighiamo per questo. Perchè io mi privo delle mie cose (ad esempio di un passeggino.....cacchio ne abbiamo 6), per agevolare un'amica e lui invece no, sostiene che potrebbe servirci e che poi non tornerebbe mai indietro.
Io presto il box delle Polpette a mio fratello, per evitargli una spesa inutile, e lui no, l'avremmo utilizzato come lettino la settimana prossima per rifare le pseudo vacanze dalla suocera.
Scusa, mio caro marito, ma chi te l'ha detto che sarei voluta ritornare da tua mamma in campagna per le prossime due settimane???? IO non ci penso neanche, sono stata servita e reverita, non lo metto in dubbio, ma tuo nipote per altri 15 giorni io non lo sopporto!!!!

Ritornando alla domanda iniziale, credo che l' Amore sia perdersi nei suoi occhi, adorare il modo in cui fa le cose, in cui parla, ascoltare i suoi respiri nel cuore della notte e cercare di sincronizzarli con i tuoi, guardare con l'occhio a cuoricino, come si veste, come cammina, come affronta la vita, come ti abbraccia e ti coccola nei momenti di difficoltà.....insomma, per me questo è l'Amore, forse idealizzato, ma io ci credo a questo Amore, ed anche quando mi ferisce con un solo sguardo o con un gesto, io ci sto male, ma poi in fondo lo perdono, anche se lui non lo sa. L'Amore è perdersi completamente, ed io mi sono persa, ma quanto vorrei che lui fosse un pò più simile a me.

4 commenti:

Anna ha detto...

E magari Paponzo ti vorrebbe piu' simile a lui!La forza di un unione (questo è quello che penso io!) sta nel trovare il punto di incontro senza che necessariamente uno dei due ceda all' altro.

Slela ha detto...

Un rapporto che dura da tanti anni, come il mio e il tuo, di solito cambia e si evolve nel tempo.
Ma tu sei ancora un'idealista, ti invidio per questo.
Comunque è giusto che ognuno mantenga intatta la propria personalità, ed è normale che ogni tanto ci siano dei dissapori.
Trovare il punto di incontro sarebbe fantastico, ma purtroppo spesso capita che uno dei due debba cedere di più. Nel mio caso di solito sono io che cedo, ne prendo atto e va bene così.

bismama 2.0 ha detto...

Il mio lungo punto di vista lo trovi qui

http://bismama.blogspot.com/2010/07/disillusione-e-disincanto-ma-lamore.html

Forse ti può essere utile legerlo. Magari potresti vedere tutto da un'altra angolazione!
Bacetti

pollywantsacracker ha detto...

ne parlavo proprio ieri sera con un'amica in crisi con il marito...alla fine, vivere assieme deve essere per forza compromesso...che ci sia l'amore o meno, che ci sia la passione o meno, che si sia uguali o meno...